Dimar, cronaca di un progetto

Dimar
Michele Caprini
27 giu 2019

Dimar è un’importante soggetto della GDO italiana. Opera prevalentemente nel nordovest del paese, con cinque diverse insegne e vari formati distributivi, in cui lavorano 3500 dipendenti. Retex collabora con Dimar sull’intera filiera della gestione commerciale e operativa.

Corrispettivi telematici

Dal 1° luglio 2019 decorrerà l’obbligo dei corrispettivi telematici, previsto inizialmente per i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro. Per “scontrino elettronico” s’intende la memorizzazione e trasmissione dei dati giornalieri all’Agenzia delle Entrate. Cambiamento adottato con il Decreto Legislativo n. 127/2015, lo stesso che ha introdotto l’obbligo di fatturazione elettronica.

Una “rivoluzione digitale”, che cambierà sensibilmente l’operatività dei negozi. Questi dovranno rispettare quotidianamente le chiusure, con la massima esattezza, e cambiare consolidate abitudini (quali, per esempio, la gestione dei resi).

Dimar ha ottemperato alle nuove disposizioni grazie a un progetto congiunto con Retex. Il nostro team è stato guidato da Gaia Bonadeo, un master in management food and beverage all’Università Bocconi e un’esperienza diversificata nel retail, a dispetto della giovane età.

Il progetto

Obiettivo del progetto, nella stretta osservanza dei tempi, l’uniformità di gestione e di controllo di tutti i punti cassa e dei server RT adibiti alla comunicazione con l’Agenzia delle Entrate.

Lo scorso febbraio è iniziata la migrazione dal precedente software di gestione delle casse alla nuova tecnologia TP.net di Diebold Nixdorf. Ne sono stati interessati 105 punti vendita di tutti i formati (da 2 a 15 punti cassa) per 466 terminali. Anche per questi sono state necessarie le attività di conversione e, dove necessario, di sostituzione.

La complessità del lavoro è stata, naturalmente, aumentata dalla caratterizzazione del progetto. La contemporaneità del rilascio delle nuove procedure su ogni nodo della rete distributiva, infatti, ne era prerequisito essenziale. Eppure, ill progetto è stato chiuso coerentemente ai tempi definiti nella programmazione.

Il team Retex si è adoperato per un’adeguata industrializzazione dei processi, realizzata in collaborazione con la direzione dei sistemi informativi di Dimar. Premessa quanto mai importante, questa, a supportare i prossimi sviluppi della rete territoriale.