Cinque giorni di shopping, l’America fa i conti

29 Nov 2018

Secondo National Retail Federation più di 165 milioni di americani hanno partecipato la cinque giorni non-stop del retail, dal Thanksgiving Day al Cyber Monday.

Quest’ultimo, in particolare, ha registrato la punta di vendita online più alta della storia. Con ricavi, secondo Adobe, per 7,9 miliardi di dollari. E, naturalmente, più della metà delle visite - il 54,3% – è stata “mobile”.

Alcune osservazioni potrebbero essere utili a orientarsi nella declamazione dei record veri o presunti che ha puntualmente accompagnato i cinque giorni. I dati della NRF mostrano un leggero calo rispetto allo scorso anno, quando nello stesso periodo di tempo furono attivi 174 milioni di compratori. Anche il valore medio dell’ordine era leggermente superiore, circa 20 dollari in più rispetto al 2018.

Un dato interessante riguarda i social media: questi hanno avuto un effetto trascurabile sulle vendite online, con una quota dell'1,3%.

BOPIS, mai così importante

Lo shopping multicanale, sempre secondo NRF, avrebbe coinvolto il 54% degli acquirenti. Molti di loro hanno ordinato online nel Ringraziamento e ritirato in negozio nel black friday.

Per Adobe, in particolare, la modalità BOPIS (Buy Online Pick Up In Store) è aumentata del 73% da giovedì a venerdì, e secondo l’International Council of Shopping Centers il 64 percento di questi consumatori ha effettuato un ulteriore acquisto in negozio. 

Secondo la stessa fonte, la spesa online per il Ringraziamento 2018 ha raggiunto 3,7 miliardi di dollari. La forte crescita (27,9% anno su anno) è riconducibile alla scelta da parte di molti retailer di proporre per la prima volta gli stessi prezzi del giorno dopo. I risultati commerciali della giornata, pur spiegabili in questo modo, hanno comunque richiamato molta attenzione.

Le vendite online del Black Friday sono salite del 23,6% rispetto al 2017. Più di 6 miliardi, un terzo dei quali originati da smartphone.

Nei negozi

Guardando invece al commercio fisico, le stime sui cinque giorni di ShopperTrak (flessione del traffico pedonale per l’1%) potrebbero essere ottimistiche. RetailNext ha indicato un preoccupante -7% delle vendite, determinato da un traffico pedonale in calo tra il 5 e il 9%.

Questo dato, però, non è esaustivo delle performances effettive delle varie catene di distribuzione. Non poche, infatti, hanno compensato significativamente il calo del commercio fisico con l’aumento delle vendite online. Per gli analisti di Edison Trends, ad esempio, le vendite online di Target su Thanksgiving Day e Black Friday sono aumentate del 48% rispetto allo scorso anno e, negli stessi due giorni, quelle di Macy del 34%.