Thron e Digital Retex: ehi, bro, DAMmi il 6! (ottobre, a Milano)

21 set 2016

Con Thron possiamo parlare di un’eccellenza italiana nel mondo: nel caso di tecnologia per il DAM (Digital Asset Management). Secondo un report di Forrester di qualche mese fa (“Vendor Landscape: Digital Asset Management, 2016”), la piattaforma proposta dall’azienda padovana è tra i 20 migliori DAM al mondo. Risultato importante, che diventa straordinario se si considera che Thron è anche la sola azienda europea considerata in un mercato dove la fanno da padroni i grandi brand americani.

DAM sta diventando una sorta di parola d’ordine, e per motivi facilmente intuibili: gestire l’innovazione digitale nel marketing significa trovare il modo più efficace di raggiungere il proprio target in un contesto comunicativo sempre più congestionato, imponendosi all’attenzione del cliente e mantenendola nel tempo. Il mezzo è uno soltanto: la produzione di contenuti di qualità. E per fare questo le aziende finiscono quasi per assomigliare a degli editori. Non è un’opinione, è un dato: sempre secondo il report di Forrester, nel 2015 l'89% dei responsabili marketing ha dichiarato di disporre di un budget uguale o superiore rispetto al 2014.

Prodotti i contenuti, si tratta di gestirli. La confusione digitale non ha nessun fascino esotico da rivendicare e i costi e i rischi che ne derivano sono costi e rischi, e basta. Si tratta quindi di organizzare, condividere, distribuire e pubblicare gli asset digitali più disparati: documenti, immagini, video, audio, contenuti di ogni genere. Questa matassa dovrà poi essere sbrogliata evitando la peggiore delle insidie, che è la duplicazione. La domanda da soddisfare è data sempre dagli stessi bisogni: reperire gli asset aziendali e conoscerne il loro uso, stimare il tempo necessario ad aggiornare le stesse informazioni per veicolarle sui diversi canali (web, app mobile, sistemi di digital signage, e-commerce) al target di destinazione. Per questo le tecnologie di Digital Asset Management sono destinate a smettere l’abito della soluzione di nicchia per vestire quello dell’importanza strategica. Questa è determinata, secondo Forrester, da tre fattori principali: il cloud, l’integrazione con le applicazioni di gestione della digital experience (come per esempio il CRM) e, soprattutto, gli analytics per misurare l’efficacia della comunicazione.

Thron è una piattaforma DAM di nuova generazione che ospita in cloud contenuti di qualsiasi genere che saranno poi riprodotti tramite un player proprietario. Non ha nessuna importanza che l’utente debba trattare un file Office o qualsiasi altro media, Thron lo abilita comunque all’uso e non duplica mai lo stesso asset ma lo rende disponibile nel formato migliore in base al canale sui cui viene distribuito. È per certi versi il superamento del concetto di “file” per quello del “contenuto” come discriminate di organizzazione, ricerca, riproduzione e distribuzione differenziata secondo il target prescelto.

Digital Retex è partner di Thron e promuove l'evento del prossimo 6 ottobre a Milano.