Retex, il piede sull’acceleratore

Retex, viaggio, velocità
Michele Caprini
20 dic 2019
Il nostro 2019 finisce bene e il 2020 inizia meglio: due nuovi partner a supporto del piano di sviluppo.

Retex sta chiudendo un anno ricco di risultati che ne hanno ulteriormente consolidato la presenza sul mercato. Il 2019 è stato per noi importante, anche per la bontà delle scelte decise tra il dicembre e il gennaio scorsi.

Continuità e conferme

Ci riferiamo all’acquisizione dell’agenzia di comunicazione Nuvicom, della società di diritto cinese WeiYue e della dell’ingresso in quota di maggioranza in Tecno Logica. Queste operazioni ci hanno permesso un sostanziale rafforzamento in tre diversi e importanti ambiti d’intervento. Ovvero, la produzione di contenuti digitali per la brand identity, il software per i punti vendita e i servizi di consulenza per le aziende, all’esordio o già attive, in Cina.

In questi giorni, abbiamo perfezionato gli accordi con due Fondi di Private Equity, Alkemia SGR e Boutique Italia, a rafforzamento della compagine sociale e supporto alla nostra, ambiziosa, strategia di crescita.

L’operazione, conclusa lo scorso 13 dicembre, porterà a un aumento del capitale di 4 milioni di euro riservato agli investitori finanziari, Alkemia SGR e Boutique Italia che, a fronte di un investimento di 3 milioni e 1 milione di euro rispettivamente, deterranno una quota di partecipazione complessiva del 25,8%.

Benvenuti

Poche parole a presentazione, e benvenuto, dei nostri nuovi compagni di viaggio.

Alkemia (sedi a Padova e Milano) opera dal 2004 per promuovere, istituire e gestire Fondi Comuni di Investimento Mobiliare di tipo chiuso; vanta una pluriennale esperienza nel segmento lower mid del mercato italiano.

Boutique Italia, con sede a Milano, è una holding di partecipazioni che investe in imprese con alto potenziale di sviluppo e con imprenditori di comprovate capacità. L’acquisizione di quote di minoranza è finalizzata all’affiancamento delle aziende nel percorso di preparazione e gestione della fase di quotazione.

Non vogliamo servirci dei termini e neologismi soliti a definire casi come il nostro. Niente “sfide” né “vision”, né rulli di tamburi. Più semplicemente, invece, riportiamo le dichiarazioni rilasciate dai nostri partner che rendono efficacemente le ragioni e le prospettive della partnership.

Luca Duranti, Amministratore Delegato di Alkemia SGR, ha commentato: “siamo molto lieti di investire in Retex, per fornire supporto alla società e al management nel percorso di crescita ed internalizzazione intrapreso mettendo a disposizione l’esperienza maturata nei progetti di growth capital

Per Roberto Gatti, Amministratore Delegato di Boutique Italia, invece, “abbiamo investito su manager che riteniamo validi, su una società che è leader nel proprio segmento di mercato, su sinergie che pensiamo di poter creare con l’auspicio di accompagnare la società ad una quotazione di Borsa che possa esprimere la pienezza dei valori propri di Retex”.

Le prospettive

Negli otto anni trascorsi dal nostro primo passo, abbiamo operato in un mercato dove il solo punto fermo è stato il cambiamento, continuo e spesso tumultuoso. L’omnicanalità ha rivoluzionato il retail, e altri modelli di business ne sono conseguiti e ne conseguiranno. Contiamo sulle competenze e sulle migliori tecnologie utili a supportarli, e i riconoscimenti insiti in questa operazione ne sono la dimostrazione migliore.

Le prospettive sono più che mai incoraggianti. Il merito va a ogni singolo componente del corpo aziendale per averle rese credibili, e l’augurio è rivolto a chi ancora non ne fa parte, ma lo farà. Di sicuro.

 

Leggi anche: Due fondi private equity in Retex, il retail che ha conquistato i cinesi

retex_vendite_retail_strategia_omnichannel