Pagamenti "mobile", dall'opzione all'obbligo

pagamenti
17 dic 2018

Pagamenti "mobile", per i propri acquisti online se ne serve oltre il 45% dei consumatori, rispetto al 34% che utilizza i computer.

Questa la sintesi più importante di una ricerca di PYMNTS.com, tra i siti più importanti al mondo nello studio del ciclo dei pagamenti in base al traffico. Sotto osservazione i comportamenti di 4900 consumatori online degli Stati Uniti. 

Lo studio ha trovato una forte correlazione tra la scoperta di articoli online e il loro pagamento a distanza tramite smartphone mobile, certificando quindi l’importanza dello smartphone (e, in misura molto minore, del tablet) nel processo di trasformazione della navigazione in acquisto.

Sono diversi i dati d’interesse relativi ai pagamenti. Complessivamente, il 72,8% dei consumatori che hanno pagato a distanza per un acquisto tramite dispositivo mobile ha scoperto i propri acquisti online.

Parte integrante della "customer experience"

Che i pagamenti “mobile” stiano diventando componente ineliminabile nel processo di acquisto online non è una novità, ma PYMNTS.com ha rilevato percentuali d’uso probabilmente ancora più alte di quanto comunemente creduto.  Lo studio indica nel 25,7% la percentuale dei consumatori che paga i propri acquisti con uno smartphone, indifferentemente dal luogo in cui si trovano, quindi anche durante lo shopping nel negozio fisico.

Considerando le forme di pagamento usate per finanziare gli acquisti da dispositivi mobili, il 37,1% degli intervistati ha dichiarato di utilizzare carte di debito; il 28,7%, invece, carte di credito. Il 9,9% ha dichiarato di utilizzare PayPal, il 3,2% Apple Pay. Amazon Pay e Walmart Pay hanno raccolto l'1,7% ciascuno.

Per Walmart il dato è tutto sommato deludente. L’attenzione dei retailer tradizionali verso i pagamenti online è sempre più elevata, e l’iniziativa “pay” del retailer più importante al mondo aveva autorizzato altre aspettative. Walmart Pay era stato progettato, infatti, per crescere più velocemente rispetto ad altri portafogli mobili presenti sul mercato.

Mobile checkout e...di corsa

Considerando il livello di soddisfazione dei compratori che pagano tramite dispositivi mobili, è sempre più importante riservare la cura del caso a un aspetto ormai decisivo della più globale “customer experience”. Tra i servizi da promuovere da parte dei retailer, l’introduzione del mobile checkout nei punti vendita si configura sicuramente tra le scelte prioritarie.