Per il food and beverage è il momento della r-Evoluzione

18 giu 2018

Con r-Evoluzione intendiamo le risposte al cambiamento, spesso repentino e imprevedibile, del modo di acquistare e consumare che sta segnando in maniera decisiva il comparto food and beverage mondiale e il retail, che ne è il suo terminale più importante. La rEvoluzione pervade il comparto, dal marketing ai processi tipici, dalla distribuzione tradizionale alla complementarietà dei canali online e offline.

Per seguire il cliente nei percorsi impervi del gusto e del comportamento e recuperare al meglio la diminuzione della spesa alimentare degli ultimi anni, la r-Evoluzione del Retail è nella ristorazione. Trovando però in questa non solo la resistenza dei player tradizionali, ma uno scenario competitivo sempre più complesso dove non sempre le scelte strategiche pagano subito e il commercio digitale non è la panacea a tutti i mali.

Via Watt, 10 - L'evento avrà luogo nel pomeriggio e terminerà con un rinfresco

Secondo i dati del consorzio Netcomm, per esempio, il 30% di chi ha acquistato cibo confezionato online e il 32% di chi ha acquistato piatti pronti non è propenso a ripetere l’esperienza; tra chi ha comprato prodotti freschi, la percentuale di insoddisfatti arriva al 53%. Si pone quindi un problema serio di customer experience, che nella ristorazione vuole decisivo l’intero ciclo d’acquisto - ordine, pagamento, pick up – nel modo e nel luogo preferiti dal cliente. Con lo smartphone o magari via Web App o App Mobile, e in integrazione con i sistemi di check out, con la gestione in loco anche degli ordini e dei pagamenti da portali di Home Delivery.

I consumi alimentari in Europa hanno raggiunto un volume complessivo di 1600 miliardi di euro, di cui il 63 % nel canale domestico e il 37% nella ristorazione. Nel 2017 in Italia 46 milioni di persone hanno consumato pasti fuori casa (circa il 77 % della popolazione), 39 milioni di questi mangiano fuori casa abitualmente almeno due volte al mese. Sul decennio (2008- 2017) sono evidenti tanto la flessione della spesa in generi alimentari per la casa (- 11 miliardi di euro), quanto quella per il consumo fuori casa (+ 4 miliardi di euro). Questi numeri fanno della ristorazione italiana il terzo mercato in Europa dopo Regno Unito e Spagna, ed entro i nostri confini il numero uno della filiera davanti ad agricoltura e industria alimentare.

Retex interviene nella ristorazione e nella distribuzione con tecnologie e pratiche innovative e d’integrazione, dalla GDO alle catene specializzate e fino ad evolute esperienze di street food. L’appuntamento per operatori e aspiranti della r-Evoluzione è a Milano il prossimo 21 giugno.