Retex, la ristorazione e l'emergenza

Emergenza ristorazione
11 mar 2020

Oggi, ogni aspetto della vita civile e del lavoro è pesantemente condizionato dalla emergenza conseguente al rischio di contagio da virus COVID-19.

Nella situazione data, ogni azienda del gruppo Retex ha organizzato le proprie attività per consentire la migliore operatività possibile, nel rispetto delle normative previste dalle autorità. Questo, a tutela dei nostri dipendenti, dei nostri partner, dei nostri clienti e di tutti i nostri stakeholders.

Emergenza e ristorazione

Rileviamo, nell’occasione, le particolari difficoltà vissute in questa fase dalle aziende attive nella ristorazione, colpite duramente dalle necessarie restrizioni alla normale vita di relazione e, conseguentemente, alla qualità e quantità dei consumi.

Sentiamo, naturalmente, l’obbligo di dare un contributo straordinario di servizio e di disponibilità in questo momento alle imprese e ai lavoratori della ristorazione colpiti dall’emergenza.

Una particolare solidarietà, quindi, va ai brand cui abbiamo prestato e presteremo il supporto utile all’affermazione e alla prossima ripresa.  È il caso di brand quali Temakinho, Panino Giusto, Obicà e Crudo che risentiranno, nell’immediato e in prospettiva, delle difficoltà date dall’emergenza e dall’assunzione di responsabilità, mostrata con la decisione di cessare provvisoriamente, ma totalmente, le attività nei propri ristoranti. 

A loro, e a tutti gli attori del comparto food and beverage, il nostro CEO Fausto Caprini e Luca Venturoli, direttore della divisione food and beverage, vogliono assicurare la continuità della nostra presenza e ogni sforzo straordinario che ci verrà richiesto per il ritorno alla normalità.

 

Leggi anche:

Iper Retex

La Cina ai tempi del virus, comportamenti e opportunità