Coop Alleanza 3.0 contro Amazon: il fresco è servito, online

15 mar 2017
La nuova scommessa di Coop Alleanza 3.0 è sul grocery online: in Italia questo comparto del commercio digitale ha significato per i nostri connazionali una spesa di 575 milioni di euro, in crescita del 30% rispetto al 2015. Numeri ancora minori rispetto all’andamento in Europa e nel mondo, ma proprio per i tassi di crescita previsti un’opportunità reale da cogliere nel commercio digitale. Il 2017 sarà l’anno in cui l’e-grocery supererà la soglia dell’1% del Largo Consumo Confezionato in Italia. Per meglio valutare l’importanza del dato, l’e-grocery ha contribuito a ben il 25% della crescita totale grocery che quest’anno è stata dello 0,9%. I consumatori online non solo hanno aumentato la loro spesa digitale, ma anche i propri consumi grocery nel totale: + 6,8%, tra le sette e le otto volte la crescita complessiva del mercato. Coop Alleanza 3.0 vuole muoversi con decisione nei confronti di Amazon (A Londra, Amazon Fresh ha trovato subito il favore dei consumatori che possono scegliere tra ben130 mila referenze diverse, e contare su tempi di consegna inferiori all’ora), la prima a imboccare con decisione la via della vendita online di prodotti freschi. E, se possibile, ricalcare le orme del successo di Walmart che grazie a opportuni investimenti nel canale detiene il 40% dello shopping online di prodotti alimentari.
Del resto anche per Coop Alleanza 3.0 il mercato è definitivamente cambiato. La crisi dei consumi e i nuovi comportamenti d’acquisto hanno costretto all’abbandono delle strategie basate su inaugurazioni da 12mila metri quadri, per puntare su modelli alternativi nei formati e sulle location dei negozi e si è allargato il giro d’affari in settori inesplorati come luce, gas e carburanti. Ora con il nuovo portale EasyCoop è la volta del food online. Per opporsi ad Amazon che in Italia ha puntato su Milano, Coop Alleanza 3.0 parte invece da Roma, forte di un catalogo da 10mila prodotti (di cui 3mila freschi). Coop Alleanza, tramite una controllata, a Roma possiede già 31 negozi. Ora si aggiunge il “dark store” da 3mila metri quadri per gestire il via vai di prodotti online. Nelle abitudini di spesa online, anche all’estero, il carrello virtuale di solito è formato dal 40% di prodotti da consumare subito, come carne, pesce e verdure. Le previsioni non vedono l’offerta Coop discostarsi da queste proporzioni. Lo shop online è aperto 24 ore e le confezioni vengono recapitate il giorno dopo l’ordine, con la possibilità di indicare una finestra temporale di un’ora per la consegna e ricevere via sms la foto di chi recapiterà la merce. EasyCoop è solo un piccolo anticipo del piano industriale 2017-2019, che vuole arrivare a vendite globali per 5,9 miliardi di euro (+27%). Concorrono all’obiettivo grandi investimenti (875 milioni di euro nel triennio), dismissione di immobili non più strategici, recupero di efficienza sui costi e scelte operative (in Calabria Coop Alleanza 3.0 ha rilevato 34 supermercati alla francese Auchan).