Trend di consumo cinesi da tenere d’occhio: le nuove priorità

27 lug 2017
Passa il tempo, i trend di consumo cinesi cambiano e le priorità si trasformano. In Cina questo si traduce in nuovi trend e in un nuovo consumatore. La nostra analisi dei trend di consumo cinesi arriva all'ultima tappa con uno studio sulle nuove priorità dei consumatori. I recenti sforzi del governo volti a ridurre emissioni di CO2 e aumentare la sicurezza alimentare, probabilmente hanno avuto un effetto anche sul consumatore comune che ora fa più attenzione alle proprie abitudini. Lo stress di tutti i giorni fa sì che siano sempre di più a cercare vie di uscita per aumentare la qualità della vita. Un alto tasso di penetrazione di Internet si traduce in una gran quantità di informazioni disponibili e in consumatori molto attenti ai brand. Ma non solo: grazie a Internet, la domanda di servizi è aumentata vertiginosamente ed è sulla strada per divenire una dei motori dell'economia cinese.

La salute prima di tutto

Mantenersi sani, mangiare buon cibo e fare esercizio regolarmente sono fra gli ultimi trend in Cina. Il governo sta investendo molto nel tentativo di riparare i danni ambientali fatti durante il periodo dell'espansione economica e sembra naturale che la persona comune presti più attenzione alla propria salute. Questo è possibile anche grazie a servizi O2O che mettono a portata di click prodotti altrimenti introvabili negli store locali, come prodotti biologici. Esercizio e benessere hanno raggiunto un'importanza mai vista prima, ora che il livello medio di educazione si è notevolmente alzato e le informazioni a riguardo abbondano su Internet.

Brand-consciousness

In uno studio condotto da McKinsey, è emerso che i millennials cinesi sono tra i più attenti ai brand in tutto il mondo. In media conoscono ben 20 brand di skin-care (contro i 14 riconosciuti dai loro pari negli Stati Uniti) e la metà degli intervistati si dice promotore di qualche marchio, tanti se comparati con il terzo degli USA. Tendono ad avere un maggiore legame emotivo con i brand e valutano come priorità primaria la sua capacità di adattarsi alla loro personalità. Sono da tempo estimatori dei marchi occidentali, ma più recentemente anche più attenti a quelli locali. In particolare tendono a focalizzarsi di più su prodotti di elettronica, abbigliamento e per la cura della pelle.

I servizi, il nuovo motore dell'economia

Man mano che la classe medio-alta si espande, crescono anche i consumi dei servizi ad un tasso del 11% ogni anno contro 8% dei prodotti materiali. I più affluenti spendono particolarmente per l'istruzione, cultura e divertimento. La transazione ad un'economia basata sui servizi è promossa dallo sviluppo di Internet e da un utilizzo sempre più capillare, esattamente come avviene in Occidente. Nuove forze sociali, demografiche e tecnologiche stanno ridefinendo i trend di consumo cinesi. Questo nuovo scenario pone sia opportunità interessanti sia sfide inattese alle aziende che si avvicinano a questo mercato. Un mercato come questo, in continua evoluzione, implica che le strategie adottate devono essere aggiornate in modo costante. È un compito difficile, specialmente per brand occidentali che si relazionano con un mercato completamente diverso. Digital Retex fa proprio questo: supporta marchi europei ad approcciarsi alla Cina sfruttando il canale più efficace, WeChat. Attraverso l'apertura di un account ufficiale e campagne adv sulla piattaforma, Digital Retex raggiunge due obbiettivi: aumentare il brand awareness e l'acquisizione di follower strategici.