Single's Day 2016 in numeri

25 nov 2016

singles-day-1

Una maratona di shopping online lunga 24 ore, il Single’s Day è diventato il giorno per eccellenza della vendita online a livello mondiale e quest’anno ha superato ancora una volta le cifre di vendita degli anni precedenti. L’11.11 – la data del Single’s Day - lanciato dal gigante dell’e-commerce Alibaba nel 2009 ha battuto tutti i record di vendita con $ 17,8 miliardi di fatturato, contro i $ 14.3 miliardi l'anno scorso.

Secondo le statistiche della società di ricerche eMarketer, la Cina in un solo giorno ha superato il totale previsto delle vendite di e-commerce del Brasile per tutto il 2016. Dallo studio emerge che, se il Single's Day fosse una nazione e si paragonassero le vendite online di un giorno con il fatturato annuale dell’e-commerce nei vari paesi del mondo, la Festa dei Single in Cina occuperebbe l’11° posto nella classifica mondiale, proprio davanti al Brasile e appena dietro alla Corea del Sud.

Il Mobile diventa la star del giorno

Oltre ai record di vendita, un altro aspetto interessante del Single’s Day di quest’anno riguarda la scelta dei dispositivi utilizzati dagli utenti per fare gli acquisti: l'82% delle vendite del Single’s Day è stato effettuato tramite device mobile, contro una componente mobile dell’e-commerce che nei paesi occidentali è arrivata appena al 30% . Confermando quindi l’importanza dello smartphone nel panorama dell’e-commerce in Cina. Infatti, oltre 800 milioni di cinesi hanno un device mobile, ciò significa che ci sono almeno 800 milioni di cinesi che portano un centro commerciale in tasca. Un mercato davvero importante da non perdere di vista.

single-day-2

Innovazione digitale

L’innovazione digitale è un altro aspetto importante del Single’s Day. Alibaba sfruttando la crescente popolarità della realtà virtuale, ha dato la possibilità ai suoi consumatori di vivere 11/11 in realtà aumentata con un’esperienza a 360 gradi.

Il gioco è stato una parte importante della strategia online di Alibaba, ispirato al famoso “Pokemon Go” (in Cina non disponibile), ha dato un assaggio di realtà aumentata ai suoi consumatori.

Inoltre gli utenti hanno avuto la possibilità di trasformare il proprio smartphone in una maschera VR per proiettarsi letteralmente all'interno dei negozi, il tutto tramite occhiali di cartone VR che si si potevano acquistare su Taobao per 1 yuan (circa 15 centesimi). Integrando l'esperienza di shopping online e offline in più di 60.000 negozi.

alibaba-singles-day-2016-vr

Bisogna agire

Questi risultati sottolineano quanto sia importante per i marchi occidentali non solo avere un piano d’azione definito per il mercato cinese ma anche iniziare ad elaborare una strategia specifica per questo giorno, per giocare un ruolo attivo sul mercato cinese e approfittare delle sue grandi potenzialità.

Nel 2016 tra le campagne di maggior spicco citiamo il noto marchio americano Michael Kors. L’obiettivo del brand era di sviluppare una campagna più creativa, decisa e innovativa rispetto alle precedenti, per questo motivo ha scelto di utilizzare WeChat per comunicare con i propri utenti le promozioni a loro dedicate. La campagna ha presentato un post Gif interattivo che consente ai consumatori di giocare al casinò o alla roulette e di sbloccare un codice sconto che può essere utilizzato online attraverso il loro sito web cinese o nei vari negozi del marchio. L’operazione commerciale include anche un post shoppable casinò a tema.

Questa iniziativa di Michael Kors ha incentivato diversi marchi americani interessati al mercato cinese a utilizzare WeChat per portare i propri clienti sul proprio store online.

michaelkors-2

michaelkors-1

Fonti:

e-marketers www.forbes.com http://www.adweek.com/news/