Come proteggere il marchio nel mercato digitale cinese

marchio cina
30 lug 2018
In un quadro legislativo ancora in fase di sviluppo, Tencent offre una tecnologia d'avanguarda a protezione del marchio da violazioni e contraffazioni.

Nel mercato dominato dalla tumultuosa crescita dell’e-commerce e dalla globalizzazione, per le aziende è più importante che mai tutelare il marchio da utilizzi illeciti e attività scorrette.

Le strategie che si possono adottare sono diverse. La registrazione del marchio, per esempio, garantisce tutela legale anche nel mondo offline. Il monitoraggio delle attività online, invece, coinvolge direttamente e indirettamente l’azienda.

Molti brand hanno buona familiarità con questo genere di attività nei mercati in cui sono già presenti, tuttavia si trovano in difficoltà quando aprono il proprio business alla Cina.

Una delle difficoltà maggiori per i brand all’esordio in questo mercato è la comprensione delle regole il funzionamento della brand protection. A differenza del resto del mondo, in cui si utilizza un sistema regolato da World Intellectual Property Organization (WIPO), in Cina spetta al CTMO la gestione della complessa procedura.

A causa dell’estrema rapidità dello sviluppo economico cinese, il contesto di legge della brand protection è tutt’oggi in fase di crescita e perfezionamento.

WeChat Brand Protection Platform

Una soluzione al riguardo è proposta da Tencent, la quarta internet company al mondo, che nel 2016 ha lanciato sulla propria piattaforma di servizi digitali WeChat la Brand Protection Platform. La piattaforma proprietaria offre ai brand la possibilità di registrarsi per contrastare la vendita di beni contraffatti, la divulgazione di informazioni false e per far valere i diritti delle aziende.

Il nuovo strumento si basa su un meccanismo multi-win composto da 3 fasi, avviato dalla segnalazione del contenuto illecito da parte degli utenti. La segnalazione viene inoltrata ai proprietari del marchio, che provvedono ad analizzare eventuali violazioni e nel caso notificarle a WeChat. Una volta presa in carico la segnalazione, WeChat agirà rimuovendo il contenuto illecito e informerà dell’accaduto sia l’utente che il brand.

Oltre alle segnalazioni degli utenti, Tencent garantisce la tutela del marchio sfruttando il database delle keyword, che ne contiene più di 22.000 legate ai marchi registrati. Dall’ultimo report emerge che quotidianamente in media 3.100 account fanno uso improprio dei nomi dei brand: le categorie che ricevono più segnalazioni sono quelle degli accessori (borse e orologi), delle calzature e dell’abbigliamento.

In Cina, a tutela del proprio brand online e per contrastare il mercato della contraffazione e altre violazioni di marchio sono dunque fondamentali la consapevolezza del problema e l’iniziativa. La Brand Protection Platform di Tencent può essere componente di alta affidabilità della strategia digitale perseguita.