Il boom del settore design su WeChat

31 gen 2017

Luxury, turismo, fashion e design sono tra i settori di business di maggiore successo in Cina. L’attenzione sempre più crescente per il Made in Italy sono una prova di alcune delle opportunità che WeChat offre ai nostri brand nazionali per il presente e per il prossimo futuro.

Il design tra artigianalità e digital

Per il settore export delle imprese italiane del sistema arredo, sembra definitivamente archiviato il trend negativo iniziato nel 2008: il 2016 ha registrato una netta ripresa segnando un aumento del 2,1%. Un dato evidente di cui bisogna tenere conto è la crescente misura in cui il digital sta impattando sulla capacità di gestire il sistema produttivo. Per l’industria italiana dell’arredo, la nuova cultura che abbraccia la qualità artigianale e digitale, è un passaggio fondamentale per poter aumentare la propria competitività a livello nazionale e internazionale. A vantaggio delle aziende italiane rimane, la loro capacità di essere protagonisti del commercio internazionale e oggi l’andamento dell’export è tornato a livelli pre crisi. Per quanto concerne il 2017, si prevede un aumento del 2,8% delle esportazioni italiane di beni e servizi. La Cina ricoprirà un ruolo sempre più da protagonista grazie delle opportunità che offre il mercato.

design ok

Il design sbarca su WeChat

Shanghai, dal 19 al 21 novembre 2016, ha ospitato la prima edizione del Salone del Mobile. All’evento hanno partecipato oltre 20 mila visitatori, di cui 9 mila solo il primo giorno, superando così le aspettative relative alle presenze. Moltissimi i visitatori provenienti da province di prima fascia della Cina e da quelle centrali a forte tasso di sviluppo, come il Sichuan, l’Hubei e l’Henan. A Shanghai l’Italia è stata rappresentata da 56 marchi premium, a dimostrazione di quanto il settore design Made in Italy abbia raggiunto una certa importanza in Cina, un paese che sta osservando una forte crescita del settore arredamenti.

L’interesse per la Cina è stato confermato da WeChat, la più importante social app cinese: un vero e proprio boom che ha visto sbarcare su WeChat molti brand tra cui Molteni Dada e Flexform e che ne vedrà di nuovi come Visionnaire e Fantoni pronti ad allinearsi in vista del Salone del Mobile Milano di aprile 2017. L’evento rappresenta un importante trampolino di lancio in ambito business: nell’edizione 2016 è stato registrato un totale inedito di 372 mila visitatori, fra questi, il 67% era rappresentato da operatori esteri con un alto profilo di potere di acquisto.

wechat

Di fronte a queste premesse WeChat rappresenta ancor di più un’occasione da non perdere e i più importanti brand del design se ne sono accorti. La causa dell’esplosione del settore design su WeChat risiede, come già citato, nell’opportunità che la Cina offre in termini di mercato: nell’arco del 2015 i prodotti di arredamento hanno avuto un’incidenza di vendita B2B e B2C del 10,5% mensile.

WeChat è la principale (e quasi unica) applicazione mobile utilizzata in Cina e racchiude al suo interno più funzioni, più applicazioni, grazie alle quali l’utente può procedere all’acquisto con pochi e facili click. WeChat per il settore dell’arredamento Made in Italy è risultato un ottimo mezzo per inserirsi nel mercato cinese, occasione colta appunto a novembre scorso e che prevede nuovi interessanti sviluppi in occasione delle prossime fiere del mobile nazionali e internazionali del 2017.

salone shanghai