Natale 2022 tra risparmio e caro bollette

Redazione
15/12/2022
in sintesi
Retex ha studiato le tendenze degli Italiani nella settimana del Black Friday. Parole chiave: «risparmio» e «Natale anticipato». Le categorie più ricercate sono «fai da te» (+200% rispetto al 2021) e «salute e cura della persona». In cima ai prodotti più richiesti: pellet, beauty e detersivi.

In previsione delle festività natalizie Retex, grazie alle competenze dei team di Market Intelligence di Connexia e Witailer, ha analizzato i dati relativi al Black Friday, occasione sempre attesa e utilizzata per acquistare beni a prezzo vantaggioso. Lo studio ha evidenziato le tipologie di ricerca effettuate dagli Italiani. L’indagine condotta internamente e durata un’intera settimana, dal 20 al 26 novembre, ha indicato che gli Italiani hanno ricercato su Amazon beni di prima necessità e «fai da te».            

La complicità di diverse tematiche, come, ad esempio, il caro bollette, ha portato le persone a digitare parole chiave nuove. Un incremento inaspettato, infatti, proviene dai beni del «fai da te», che mettono a segno un aumento pari al +200% rispetto allo scorso anno. Risultati motivati dalla sempre maggiore rilevanza del pellet, le cui ricerche hanno generato circa i 2/3 dei volumi stimati. 

Lo studio ha inoltre evidenziato come la categoria che ha avuto una crescita due volte superiore sia quella di «Salute e cura della persona», con un +90%. I consumatori hanno svolto ricerche sui prodotti scontati nelle sottocategorie «Rotoli di carta igienica» (+146%), «Detersivi liquidi per il bucato» (+116%) e «Detersivo per lavastoviglie» (+66%). Anche il brand Nespresso ha registrato una crescita significativa rispetto all’anno scorso (+97%). Aumenta, dunque, la rilevanza delle ricerche di beni di prima necessità in offerta, come potenziale risposta da parte degli utenti a una crescente riduzione del proprio potere di acquisto. 

A confermare il «quadro malinconico» del nostro Paese, anche il cinquantaseiesimo rapporto Censis, secondo il quale il 76,4% degli Italiani intervistati ritiene che non potrà contare sugli aumenti delle entrate familiari e il 69,3% ritiene che il proprio tenore di vita si abbasserà.  

Secondo quanto emerso dall’indagine di Retex, tuttavia, gli Italiani non intendono rinunciare ai regali di Natale: le parole più cercate sulla piattaforma Amazon sono state, infatti, «Barbie» (+72% rispetto al 2021) e «Lego» (+7% rispetto al 2021). Un dato che evidenzia come i cittadini italiani abbiano approfittato delle attività promozionali del Black Friday per riservare un pensiero alla fascia di popolazione dei più piccoli e anticipare qualche regalo.  

Oltre ai giocattoli, un altro brand che ha collezionato numerose menzioni nel periodo del Black Friday è Apple. Dall’analisi Retex emerge, infatti, che il 42% degli utenti, durante il mese di novembre, ha cercato prodotti dell’azienda di Cupertino.  

I consumatori si sono avvalsi delle offerte per ottenere gli articoli di punta del marchio americano: i contenuti legati ai prodotti Airpods, iPad e Apple Watch sono difatti superiori, in percentuale, rispetto all’analisi generale. 

L’indagine realizzata da Retex con il coordinamento di Connexia e Witailer – spiega Stefano Ardito, Chief Marketing Officer di Retex ha evidenziato anche un altro dato significativo: il decremento delle ricerche, pari al 13% in meno rispetto allo scorso anno, nella stessa settimana dedicata al Black Friday. Un’indicazione chiara della preoccupazione degli Italiani per il bilancio familiare, in un periodo segnato dall’aumento dei costi dell’energia e della crescente inflazione. Il ricorso ai beni di prima necessità, mai come quest’anno, rende chiaro che in molti hanno deciso di rinunciare alle spese superflue e cogliere i vantaggi dei periodi promozionali per anticipare i regali di Natale”.  

“Abbiamo deciso di analizzare il fenomeno,” prosegue Ardito, “perché per noi è fondamentale definire quali sono i trend merceologici di mercato e aiutare aziende e brand a posizionare al meglio i loro prodotti, soprattutto in vista delle ultime vendite prima del periodo natalizio. In particolare utilizziamo STAT (stat.witailer.com), la piattaforma proprietaria realizzata da Witailer (utilizzabile anche dalle aziende in modalità saas) che permette in tempo reale di scoprire le tendenze di ricerca su Amazon analizzabili per categoria, prodotto, brand al fine di prendere importanti decisioni di assortimento analizzando i termini di ricerca delle migliori gamme, sottocategorie e nicchie. Oggi, più che mai, è fondamentale per Category Manager e Product Manager avere la visione chiara di come posizionare il proprio prodotto rispetto a quello dei competitor per poter sfruttare momenti di picco, e questo deve essere fatto in tempo reale, proprio come accade in ambito finanziario con le quotazioni di borsa. Questo permette di adattare il prezzo in funzione della domanda e del posizionamento che hanno i competitor, pratica che si traduce in un immediato incremento del sell out”, conclude Stefano Ardito. 

In riferimento ad Amazon, dopo i brand prevalentemente legati al mobile e alla tecnologia, emergono i due colossi delle console: PlayStation e Xbox che generano entrambi il 10% dei contenuti (ricordiamo come la categoria videogame sia la seconda su Amazon, dopo Elettronica e Informatica). I due brand segnano rispettivamente il 3,7% e il 5,5% a livello generale, entrambi superati da Thun con il 5,6% delle mention.  

Decisamente inferiori i volumi dei contenuti relativi alla sfera apparel legati alla query su Amazon (Nike e Adidas su tutti) rispetto ai volumi generati dall’analisi generale. Come segnalato in precedenza LEGO è invece il brand principe della categoria Giochi e Giocattoli su Amazon: il 7% dei contenuti è infatti associato al brand danese, contro il 3,5% riscontrato nell’analisi generale. Infine, sempre su Amazon, si segnala un leggero incremento dei volumi legati a Yankee Candle e Dyson.