Come evolve il mondo del retail in Cina

REDAZIONE
26/03/2021
in sintesi
Il retail globale sta vivendo anni di rapidi stravolgimenti - dall’esplosione del commercio digitale alle nuove guerre dei dazi sino alla pandemia – e la Cina è emersa come punto di riferimento mondiale dell’intero comparto. Il retail cinese ha saputo imporsi come leader innovativo e vincente, grazie alla veloce adozione del digitale da parte delle aziende di riferimento.

Il retail globale sta vivendo anni di rapidi stravolgimenti – dall’esplosione del commercio digitale alle nuove guerre dei dazi sino alla pandemia – e la Cina è emersa come punto di riferimento mondiale dell’intero comparto: non solo per i trend in espansione e per il potere d’acquisto del suo mercato interno, ma anche per la forte spinta tecnologica che ha impresso al settore, tanto da dare vita al modello di New Retail Cinese.

Cosa intendiamo quando parliamo di New Retail Cinese?

Il retail cinese ha saputo imporsi come leader innovativo e vincente, grazie alla veloce adozione del digitale da parte delle aziende di riferimento, al coinvolgimento dei player istituzionali e infrastrutturali, al boom dei pagamenti elettronici e allo sviluppo di strategie di storytelling capaci di sfruttare tutto il potenziale delle tecnologie di ultima generazione.

Questo contesto ha determinato lo sviluppo e il successo del modello cinese di retail tecnologico, in cui al centro non c’è più il prodotto, ma l’esperienza vissuta dall’utente grazie ai molteplici touchpoint offerti dagli ecosistemi web; in cui la Big Data analysis legge le informazioni raccolte da siti, e-commerce, social network e piattaforme assortite determinando piani marketing più puntuali ed efficaci; in cui la personalizzazione dei servizi dettata dall’analisi dei dati e dei processi garantisce attrattività sia alle grandi imprese sia alle PMI.

Come un brand italiano può vincere la sfida nel New Retail Cinese?

Con l’integrazione digitale!

Ovvero dotandosi di piattaforme altamente flessibili, pensate per il pubblico e il mercato locale: siti web e canali social (su tutti WeChat) con un’estetica, contenuti e flussi di engagement tarati sulle esigenze del pubblico cinese, in cui è possibile scoprire il brand ma anche acquistare facilmente i suoi prodotti (magari tramite integrazione di Miniprogram).

Le attività di awareness passano sicuramente attraverso gli influencer locali, personalità chiave per arrivare al grande pubblico e posizionare il marchio.

Non possono poi mancare le partnership con infrastrutture cinesi capaci di offrire l’appoggio tecnologico, commerciale e logistico necessario a ritagliarsi uno spazio nel mercato: Alibaba, JD.com e le altre piattaforme di e-commerce sono solo alcune delle realtà più interessanti da valutare.

Cosa serve per vendere in Cina, dunque?

Un aspetto chiave riguarda l’attitudine delle aziende italiane: serve una costante e condivisa tensione verso l’innovazione. Innovazione che va coltivata con la formazione interna, unica via per aggiornarsi giorno dopo giorno, adottare le nuove tecnologie con consapevolezza e sfruttarle al meglio all’interno di una strategia delineata.

Senza questo cambio di visione, questa mentalità aperta, qualsiasi evoluzione risulta di fatto impossibile.

Curato questo aspetto, per battagliare nell’iper-competitivo retail cinese occorre convogliare in un’unica strategia mirata: logistica cross-border, automazione digitale, marketing online, e-commerce e social commerce, comunicazione di prodotto e di brand sui social locali, infrastrutture di analisi, monitoring e pagamento online: un’impresa non semplice.

Cosa offre la struttura di Retex

La risposta a molte delle necessità delle aziende italiane può arrivare da un partner specializzato nello sviluppo di strategie dedicate all’export verso il mercato cinese.

Retex offre competenze trasversali e integrate che vanno dal supporto consulenziale allo studio di fattibilità per l’approdo in Cina, dalla definizione della strategia di go-to-market all’ottimizzazione degli strumenti tecnici e tecnologici necessari, dallo sviluppo di un piano marketing local alla content creation.
Tutto ciò che serve per cogliere l’enorme opportunità costituita dal retail cinese, soprattutto nel contesto asfittico dei mercati europei e nordamericani in piena pandemia.

Approfondisci il progetto realizzato con Baxter.

White Paper - Baxter: Influencer Marketing per il successo del Made in Italy sul mercato cinese