AltrAfrica e Retex: un progetto educativo internazionale

08/09/2016
in sintesi
Retex supporterà "AltrAfrica", un importante progetto educativo internazionale di Cooperativa Minerva particolare nella forma e nei risultati.

Tramite il progetto AltrAfrica della Cooperativa Minerva di Genova, In Retex abbiamo applicato il concetto, saldamente nostro, della responsabilità sociale che non vogliamo limitare a un bellissimo quanto inutile rapporto di fine anno sulla sostenibilità del nostro lavoro. Nel Retail italiano e internazionale crescono, per fortuna, iniziative di reale valore che rispondono alla forte sensibilità di vasti strati sociali, e non solo dei consumatori, all’impatto della produzione e della distribuzione sulla società e sull’ambiente. È un fenomeno di dimensioni crescenti: in un report dell’anno scorso di Price Waterhouse Cooper sul settore Retail & Consumer la Corporate Social Responsibility risultava sempre più decisiva nella relazione con clienti e fornitori e per gli stakeholders aziendali.

Retex, come società di servizi, non può declinare il proprio impegno su processi produttivi e di distribuzione che non ci appartengono, ma può premiare iniziative di particolare valore in ambito sociale. Per questo abbiamo deciso di appoggiare Cooperativa Minerva, una realtà genovese attiva nei servizi sociali, psicologici ed educativi finalizzati alla prevenzione del disagio e alla difesa di persone svantaggiate e delle loro famiglie.

L’intervento si realizza principalmente tramite la gestione di una comunità educativa assistenziale, che ha sede a Nervi, che ospita in alloggio protetto giovanissime fra i 13 e i 18 anni in carico ai servizi sociali territoriali per disposizione del Tribunale dei Minori. Negli ultimi due anni Cooperativa Minerva ha diversificato il suo impegno con un progetto educativo particolare nella forma e nei risultati. “AltrAfrica, viaggio fuori dal…”comune” offre alle ragazze ospiti della comunità la partecipazione a una serie di viaggi nel continente africano – esattamente nel villaggio di Sokponta’ nel Comune di Glazoue’, Dipartimento Le Colline, Republique du Benin– della durata di due o tre settimane, accompagnate da un’équipe di educatori, medici, esponenti dell’associazione “l’Abbraccio” e diversi volontari.

A Sokponta le ragazze sono chiamate a dedicarsi principalmente ai bambini: a scuola con attività di animazione in collaborazione con i docenti della struttura, in ambito sanitario con intrattenimento dei piccoli ricoverati in ospedale, o in supporto ai medici (trasporto farmaci, intrattenimento dei bimbi etc.) nelle visite sul territorio, nei Dispensari. In preparazione al viaggio per tutti le partecipanti è previsto un percorso di formazione in cui vengono ascoltate le motivazioni, le aspettative, gli obiettivi personali. Le ragazze della comunità sono accolte nella struttura delle Suore degli Angeli di Napoli a Sokponta’, adiacente all’Hopital des Enfants e alla scuola-convitto costruiti dall’associazione “l’Abbraccio”. In un passaggio difficile della propria vita, le ragazze ospiti della comunità trovano nell’assunzione di responsabilità verso i bambini del villaggio un momento di formazione decisivo ai fini del reinserimento sociale.

Retex è orgogliosa di supportare Cooperativa Minerva e AltrAfrica.