Apple (-) Store, la parola in meno che fa la differenza

22/08/2016
in sintesi
i negozi saranno chiamati "Apple" seguiti dal nome della località in cui si trovano, e saranno trasformati in spazi per diversi tipi di coinvolgimento.

Anche Apple è tra i brand più famosi che, a cadenza regolare e sempre più breve, propongono una situazione nuova che conferma come l’esperienza, intesa proprio come coinvolgimento sensoriale e comportamentale, sia la premessa indispensabile della relazione tra brand e consumatore. Nel febbraio scorso, parlando del flagship store (ma il termine è usato solo per mancanza di un altro più appropriato) di Samsung a New York, riportavamo le parole di Zach Overton, general manager di Samsung 837, che così presentava l’iniziativa: “Vogliamo costruire ciò che pensiamo essere il retail del futuro: che non è la vendita, ma una vera e propria esperienza”.

Non sorprende quindi la decisione di Apple di rimuovere la parola “store ” dal marchio dei suoi punti vendita e negozi on-line: i negozi verranno chiamati “Apple” seguiti dal nome della località in cui si trovano. L’obiettivo è chiarissimo: trasformare i propri punti vendita in spazi per i clienti che potranno scegliere tra diversi tipi di coinvolgimento: spettacoli ed eventi, per esempio, o semplicemente opportunità d’incontro per scambiarsi opinioni e ricevere consigli. Luoghi che incentivano il senso di appartenenza alla comunità in un’efficace transizione dal tradizionale modello di negozio.

L’anticipazione di cosa saranno i nuovi punti di contatto fisici di Apple con la propria clientela era di fatto stato dato dall’apertura, il 21 maggio scorso, del nuovo punto vendita di Union Square a San Francisco, il primo a offrire molto di ciò che verrà poi proposto in tutte le altre città del mondo in cui Apple vanta una presenza diretta. Un punto d’incontro e di aggregazione, che risponde e agevola ogni aspettativa del cliente, per il quale l’acquisto del prodotto diventerà semplicemente il passo finale da completare localmente o sullo store online della compagnia.

Non stiamo introducendo solo un’evoluzione nel design dei nostri negozi, ma ne stiamo ampliando la portata e il ruolo all’interno della comunità, dal momento che formiamo e intratteniamo i visitatori e siamo al servizio della nostra rete di imprenditori locali.

Angela Ahrendts, Senior Vice President Retail and Online Stores in Apple

Appeal e sostenibilità sono ovviamente prerogative tipiche di Apple San Francisco: con un giardino verticale alto più di 15 metri la struttura è interamente alimentata da energie rinnovabili, inclusa quella prodotta dai pannelli fotovoltaici posti sul tetto dell’edificio. La posizione invidiabile unisce la celebre piazza cittadina a una “Plaza” interamente rinnovata a nord: un proprio viale alberato, chiamato Avenue, in cui le pareti sono “vetrine” a tema interattive per ogni attività e ambizione realizzabile con le tecnologie Apple, di cui nella Avenue i clienti troveranno i prodotti complementari “Only at Apple”, una raccolta di accessori di terze parti appositamente selezionati.

 

Boardroom è uno spazio dove il Team Business dello store offrirà consulenza e training a imprenditori, sviluppatori e ai clienti di piccole e medie imprese. I nuovi “Creative Pros”, gli esperti Apple delle arti creative, sono a disposizione per consigli e competenze presso ogni allestimento e il precedente Genius Bar è poi evoluto nel Genius Grove, un luogo in cui i clienti ricevono l’assistenza necessaria lavorando a fianco dei “Genius” sotto gli alberi locali al centro dello Store. In ultimo, creato intorno a un Video Wall 6K, si trova il Forum. Ospita “Today at Apple”, evento quotidiano che mette in contatto diretto la comunità con gli artisti (fotografi, musicisti, gamer), gli sviluppatori e ogni altro soggetto che possa aiutare i clienti Apple al raggiungimento di un miglior livello di realizzazione delle proprie passioni.  Nello store di Union Street esordisce anche la “Plaza”, aperta al pubblico 24×24, che offrirà posti a sedere e Wi-Fi gratuiti, con eventuale svolgimento degli eventi “Today at Apple” all’aperto, nella quale avranno luogo esibizioni di artisti e talenti internazionali.