WeChat Pay arriva in Italia, la spesa è più facile per i consumatori cinesi

 

WeChat Pay renderà la spesa facile e immediata ai milioni di consumatori cinesi in transito, o residenti, nel nostro paese. È un sistema di pagamento e ricezione di pagamento che sostituisce l’uso del contante, delle carte di credito e dei servizi di home-banking.

Per chiarire l’importanza di questa tecnologia di pagamento occorre avere ben chiari alcuni numeri. Dopo, peraltro, avere superato l’equivoco di sempre che vuole WeChat semplicemente come omologo, in quel paese lontano, del nostro familiare, occidentale Whatsapp. WeChat è in realtà una piattaforma globale di servizi di cui il sistema di messaggistica è una parte soltanto. Alcuni numeri sono importanti a chiarire la portata del fenomeno in Cina. WeChat conta oggi 938 milioni di utenti iscritti al servizio, 230 milioni dei quali hanno legato la propria carta di credito alla piattaforma. Il 35% del tempo complessivo di navigazione internet è effettuato tramite WeChat. L’incidenza del commercio digitale sul comparto Retail è altissima, circa il 20% del business complessivo, contro il 5,6% dell’Italia.

Il mercato cinese è un’occasione d’oro per i retailer internazionali. In un’intervista di questi giorni a DailyNet, il direttore europeo di Tencent (la colossale holding cinese che detiene il controllo di WeChat) Andrea Ghizzoni e il nostro Fausto Caprini, amministratore delegato di Digital Retex (partner unico di WeChat in Italia), chiariscono l’importanza di WeChat Pay nel contesto locale e internazionale.

Se l’importanza del mercato cinese è nota (secondo alcune stime quasi la metà dei consumi mondiali in alcuni settori) e ne fa un target strategico per le aziende multinazionali, il turismo in particolare sta aumentando decisamente il proprio volume. In quindici anni i viaggiatori dalla Cina sono passati da 10 a 120 milioni; nel nostro Paese sono stati 2,5 milioni lo scorso anno e se ne attendono dieci milioni nel 2021. È una massa di consumatori enorme che vuole mantenere le proprie abitudini di acquisto anche quando non è in patria. Pagando quindi con il proprio smartphone, e nient’altro, senza problemi dati dalla valuta o dai costi di cambio. Già oggi le transazioni commerciali con WeChat Pay sono circa un milione al minuto.


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close