Petfood, per gli “Amici di Casa” Coop mette a piano 60 negozi entro il 2019

 

Il mercato petfood assorbe i consumi indirizzati ai circa 60 milioni di animali domestici che vivono in Italia. I pet fanno parte di nuclei familiari tendenzialmente più numerosi rispetto alla media nazionale -2,8 componenti a fronte di 2,4 – ma sono in aumento anche nelle famiglie con un solo componente (passate dall’8,4% del 2011 all’11,1% nel 2017).

Nessuna sorpresa, quindi, per il trend positivo delle vendite in valore anche nel 2016, con una crescita del fatturato del +1,8. Gli alimenti per cane e gatto sono la categoria trainante del petfood, con un fatturato di 367 e 261 milioni di euro rispettivamente.

Coop Alleanza 3.0 ha adottato per il canale una politica commerciale aggressiva, con un piano di sviluppo che prevede 60 nuove aperture nel triennio 2017-2019. Negli ultimi giorni sono stati inaugurati due nuovi negozi a insegna “Amici di casa Coop”: uno a Bologna, al Centro Lame e uno a Ferrara, al Centro Le Mura. I due punti vendita vanno ad aggiungersi al primo della neonata catena petfood, inaugurato al Centro Esp di Ravenna nel luglio scorso. Altre 3 inaugurazioni sono a calendario per la fine del 2017 a Spinea (Ve), Reggio Emilia e Maranello (Mo).

I punti vendita hanno una superficie compresa tra 300 a 500 mq e presentano sugli scaffali un assortimento che varia da 3.500 a 5.000 prodotti, dalla linea Coop “Amici speciali” alle marche più diffuse nel settore.

All’offerta classica di alimenti e articoli per l’igiene, la bellezza e il benessere, fino agli accessori per la cura e il gioco si affianca la proposta di servizi. Per i cani, ad esempio, la toelettatura, eseguita da professionisti, è possibile fissarla in appuntamento alle casse. In alternativa, i clienti possono provvedere autonomamente utilizzando gli spazi e le attrezzature presenti. Nei negozi “amici di casa” saranno organizzati anche eventi e corsi a tema, con il coinvolgimento di veterinari, nutrizionisti ed educatori.

L’insegna prevede l’assunzione, a regime, di oltre 400 nuovi dipendenti.


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close